pre-partita-mister-colombo-consapevoli-che-dobbiamo-migliorare

Pre partita mister Colombo: “…Consapevoli che dobbiamo migliorare…”

pre-partita-mister-colombo-consapevoli-che-dobbiamo-migliorare

Queste alcune dichiarazioni rilasciate dal tecnico Alberto Colombo nel corso della conferenza stampa di presentazione della gara contro il Teramo.

“…Siamo contenti per le due vittorie ma questi risultati non devono far sembrare questa squadra più forte di quello che in questo momento è. Siamo consapevoli che dobbiamo migliorare ancora tanto, è un dato di fatto, in queste partite ci sono state inevitabilmente luci e ombre. Guardo al sodo e solo in casa nostra, prima di diventare quella squadra che ho in testa abbiamo ancora tanto lavoro da svolgere. I giocatori ne sono consapevoli e questo è sintomo di intelligenza e di maturità. Dobbiamo essere bravi a trasformare questa consapevolezza legata a ciò che ci manca in lavoro sul campo…”. 

“…Non so se si riuscirà ad arrivare alla mia idea di gioco, a volte l’allenatore parte da una idea ma bisogna tener conto delle qualità dei calciatori, il mio obiettivo è che queste qualità vengano espresse al meglio. E’ un momento di conoscenza reciproca e le vittorie ci aiutano ora in questo processo. La formazione di domenica? L’idea è quella di cambiare poco, c’è il rientro di Beruatto ma conto di confermare il blocco delle due precedenti gare…”. 

“…Voglio che la squadra non molli su ogni palla, non ne faccio un discorso di moduli anche se ora preferisco mantenere la nostra identità nel 4-3-3, credo che i sistemi di gioco siano relativi, sta molto nella qualità dei giocatori e nell’interpretazione. L’importante è che l’allenatore riesca a trasferire l’idea di gioco. Nel corso di una partita il sistema evolve, il fatto della preparazione della partita serve proprio a questo. Credo sia più giusto avere una propria coscienza, una propria idea e modificarla a seconda degli avversari. Il Teramo si presenta con una struttura fisica particolare, presenta gente con gamba, abile nelle ripartenze e potremmo soffrire. Non dovremo incorrere negli stessi errori del primo tempo contro il Modena. Forzare la giocata, non essere equilibrati e non avere marcature preventive potrebbe rivelarsi deleterio…”.

“…Il turnover è dettato dal campo, ognuno deve avere la pazienza di attendere il proprio momento e sfruttarlo. Durante la settimana e durante la partita ognuno ha la possibilità di farmi cambiare quell’idea iniziale. Non ho pregiudizi nei confronti di nessuno. Si crea una squadra ideale che poi può subire degli aggiustamenti nel corso della stagione a seconda di quello che si vede…”.

“…Oltre seimila abbonati, un dato che fa capire ancora di più quanto questa piazza sia affamata di calcio, un dato che ci nutre di orgoglio e ci da delle responsabilità nei confronti di una tifoseria come poche. In una delle mie prime interviste ho affermato che non chiedevo credito da parte dei tifosi, invece ce l’hanno concesso e pertanto ci sentiamo in dovere di restituire questa fiducia. Bisogna anche dire che siamo il Vicenza ma siamo in Serie C e dovremo sudarci tutto e nulla ci sarà dovuto. Il campionato molte volte non ti consente di giocare come vorresti e di vedere un bel calcio. I nostri tifosi sono il Vicenza, noi dobbiamo dimostrare di esserlo…”